Enter your keyword

MiC – Medici in Casa, la risposta alla domanda: “E adesso come facciamo?

MiC – Medici in Casa, la risposta alla domanda: “E adesso come facciamo?

Sì, questa è forse la domanda più frequente che riassume tutto lo sgomento, la preoccupazione ed il senso di inadeguatezza del Paziente e dei suoi Familiari che si trovano a fronteggiare le conseguenze di una malattia.

Dopo una frattura, un ictus, un infarto oppure dopo un periodo di immobilizzazione per patologie mediche o chirurgiche la ripresa della capacità funzionale, necessita di tempestività di azione e delle “mosse” giuste per poter ottenere il massimo recupero possibile.

Per non perdere tempo, evitare errori, migliorare la qualità di vita del Paziente e della sua Famiglia occorrono competenze, esperienza ed uno staff di professionisti della salute coordinato che pensi e provveda a tutto ciò che è necessario affinché il cammino verso la ripresa possa procedere speditamente.

La Casa, opportunamente “risistemata”, è l’ambiente migliore per rassicurare e proteggere la Persona che ha necessità di essere curata, riabilitata e assistita.

Per questo il MiC – Medici in Casa opera interamente al domicilio, sia con le visite mediche specialistiche, fisiatriche, geriatriche, internistiche che con la riabilitazione individuale, potenziata da tecniche di stimolazione neuro-linguistica e le attività infermieristiche.

Anche le principali eventuali valutazioni strumentali vengono eseguite a casa:
ECG, RX, ecografia, eco-color-Doppler arteriosi e venosi, eco-color-Doppler cardiaco ecc.

Inoltre l’ambiente domestico si presta benissimo anche all’azione di “addestramento” non solo del Paziente al recupero delle proprie capacità nel suo territorio ma anche dei suoi familiari e del personale che gravita attorno al Paziente stesso (badante ecc.) che, aiutati dai professionisti del MiC, potranno acquisire rapidamente le competenze necessarie ad accudire nel migliore dei modi il proprio caro.

anziano-a-casa-1

Ecco una risposta concreta alla domanda: “E adesso come facciamo?”

logomichead

No Comments

Leave a Reply